0

Certi bambini

I bambini ti obbligano alla precisione maniacale: non sentono ragioni. Quindi ci pensano un attimo su e ti dicono: “Io questo non libro non lo conosco. Per caso l’hai letto di martedì o di giovedì?” Sì, deve essere così, l’ho letto di martedì o di giovedì. “Perché il martedì e il giovedì stavo ad atletica.”

Certi bambini sono precisi: loro sanno che non c’è il leone nella giungla. Ma sono disposti a crederci insieme a te, se fai la faccia giusta mentre glielo dici. Sono disposti a credere al leone e ad aggiungere una pantera, la volpe, il gufo e il serpente a sonagli. Sanno che se ti arrotoli i pantaloni fin sopra il ginocchio è perfettamente plausibile, in quel momento, che si attraversi un mare di fango.

Ci sono bambini affettuosi, educati, risplendenti. Solitamente i loro genitori sono affettuosi, educati, risplendenti. Certi bambini sono pieni di gesti che ti stravolgono un pochino, arrivano da lontano gridando “Claudiaaaaaaa ecco un’abbraccio volante!”, per cui non puoi fare altro che sollevarli per aria e farli girare. Ci sono bambini che portano al picnic i biscotti che hanno preparato da soli, una sacca con i libri, una macchina fotografica. Ci sono bambine alle quali, se fai un complimento per il loro vestitino, viene naturale risponderti grazie e fare una piroetta.

Quando leggi un libro ai bambini qualcuno si stuferà, si metterà a parlottare e magari si alzerà in piedi. Ma tu non dovrai preoccuparti perché, se sposterai appena lo sguardo, ci saranno senz’altro certi altri bambini che ti stanno fissando con occhi scintillanti, pronti, impazienti di scoprire che cosa succede dopo.

Lo sguardo di certi bambini dice sempre “e poi?”, “e poi?”

E a ogni cosa che si fa insieme ti chiedono “E adesso che cosa facciamo?”

Finché dalla stanchezza si crolla.

0

Che te lo dico a fare

Entrano due mamme:

– Vorremmo sapere qualcosa degli eventi di questa settimana!

Io spiego coscienziosamente tutto, e loro:

– No, perché mia figlia vorrebbe fare qualcosa di pratico… ha 7 anni!
– Certo, sabato ci sarà la lettura in tenda e un laboratorio di riciclo creativo adatto alla sua età! (gliel’avevo già spiegato)
– Ah, quindi le cose pratiche le fate solo per i bambini più piccoli… per i grandi fate le letture!
(mantenere calma) Ma no, io abbino sempre la lettura a un laboratorio pratico… per esempio, sabato c’è il riciclo creativo.
– … Ah sì?

1

Calzini contro gli stereotipi

Grazie agli amici di “Flashbook – letture a ciel sereno” (la cui pagina fb potete ammirare all’URL https://www.facebook.com/flashbook.italia)

ci siamo decisi anche noi a mettere in scena il nostro primo flashbook.

Che cos’è un flashbook? Semplice, si prendono sottobraccio i libri, si va in un posto, preferibilmente bello, assolato e con un bel prato verde, in una bella mattina (e noi siamo stati fortunati, ché era bellissima), si legge. E i bambini, se stanno da quelle parti, arriveranno. Perché per esperienza personale ormai sappiamo che la lettura di un bel libro ad alta voce attira i bambini come una calamita illustrata e irresistibile.

Noi c’eravamo: l’occasione, questa volta, era una decisa presa di posizione contro gli stereotipi di ogni tipo, per raccontare ai bambini, tramite delle splendide storie, quanto è bella la diversità.

I titoli che abbiamo letto ce li abbiamo in libreria: i bambini li hanno apprezzati tanto e siamo certi che li hanno capiti. Se riuscite a rinunciare all’albo da colorare, la prossima volta che entrate in libreria, magari fateci un pensiero: faranno del bene anche a voi.

Image

Image